E-mail MarketingL’e-mail marketing, coordinato con la strategia di contenuti pianificata per sito web e social media, continua ad essere uno dei media privilegiati per incentivare gli acquisti da parte di potenziali clienti e clienti.

L’e-mail marketing dovrebbe essere usato in modo continuo e consistente da parte delle aziende.

Come tutte le tattiche di marketing, è però necessario che l’e-mail marketing venga realizzato seguendo alcune semplici ma fondamentali regole.
1. Inviare il messaggio giusto alle persone giuste al momento giusto
Non tutte le comunicazioni via e-mail sono rilevanti per tutti i contatti del database. Saper segmentare e creare gruppi (Cluster) omogenei per interessi è fondamentale, anche se dignifica spedire messaggi a un ristretto numero di destinatari.
Progettare campagne e-mail personalizzate per ogni gruppo significa avere successo.

2. Conoscere gli obiettivi da raggiungere
Comprendere l’obiettivo della vostra e-mail o della campagna, condividere contenuti, target e risultati con il tema vendite, accertarsi che gli obiettivi siano specifici e misurabili. Studiare bene la call to action (invito all’azione) in modo che supporti gli obiettivi dell’operazione.

3. Creare il messaggio e-mail in modo che fornisca informazioni di valore
E’ importante sempre mettersi nei panni di chi riceverà il messaggio, chiedendosi: “Cosa otterrà il mio contatto?, cosa farà una volta ricevuto il messaggio?” È necessario garantire che il contenuto della vostra e-mail sia correttamente indirizzato al giusto target e sia di valore per i destinatari.

4. Includere la call-to-action (CTA)
Verificare che l’e-mail abbia un CTA chiara e persuasiva. Verificare che i link funzionino e che la pagina di atterraggio sia coerente e funzionante. E’ importante rendere facile alle persone fare ciò che ci si aspetta da loro.

5. Avere un oggetto irresistibile
Molti destinatari decideranno se aprire o meno la mail solo in base alla capacità dell’oggetto di interessare, incuriosire, colpire. Pensare con cura all’oggetto perchè sia avvincente, breve e simpatico (meno di 50 caratteri). Un oggetto efficace offre qualcosa di valore per i destinatari e richiama un senso di curiosità, urgenza o eccitazione.

6. Evitare le parole spam nell’oggetto
Evitare le parole che probabilmente metteranno a rischio la consegna del messaggio e lo possono bloccare come spam. La peggiore di tutte è “Gratis”, inoltre, non si dovrebbero usare punti esclamativi e il tutto maiuscolo.

7. Creare l’e-mail perchè sia graficamente accattivante e leggibile
E ‘fondamentale che l’e-mail sia ben formattata, leggibie e graficamente piacevole. Non basta controllare solo sullo schermo del computer, ma è necessario verificare come si legga anche su tablet e telefono.

8. Usare un sistema di e-mailing professionale
Che si scelga un sistema a pagamento o gratuito, ma è essenziale usare per l’e-mail marketing un servizio che gestisca in una unica piattaforma dalal creazione del messaggio, all’invio alla analisi. Assolutamente vietato spedire campagne di e-mail marketing con Outlook o sistemi di posta elettronica. Il rischio spam è altissimo e soprattutto non si possono tracciare i risultati successivi all’invio.

9. Tracciare e analizzare i risultati
Prestare attenzione alle metriche come il tasso di apertura e il click-through rate per avere un’idea di quanto successo dopo l’invio dell’e-mail.
Questo consente di ottenere liste che incrementano il flusso dei contatti da far gestire ai commerciali, ma soprattutto serve per migliorare le informazioni di qualifica dei prospect. In base alle informazioni per cui mostrano via via maggiore interesse è possibile organizzarli in gruppi a cui inviare contenuti specifici.

10. Tracciare i click usando Google Analytics
Forse non tutti sanno che è possibile utilizzare la creazione di URL tracciabili, grazie a Google in modo da poter visualizzare i clic e le conversioni anche in Google Analytics del sito web.

Se la vostra comunicazione di direct e-mailing non dà i risultati sperati, contattateci per una consulenza!

Lascia un commento